Palazzo Visconti

Costruito nel XVII secolo, deve la sua nascita a Giuseppe Bolagnos di nobile famiglia spagnola. Dopo i Bolagnos si sono susseguiti diversi proprietari, finchè nella seconda metà del XIX secolo, fu acquistato dai Visconti di Grazzano, ma è solo all’inizio del XX secolo, con Giuseppe Visconti, uomo amante delle arti e del sapere, che il palazzo ha assunto l’attuale veste architettonica ed  artistica.

Nel corso dei secoli qui sono transitati personaggi illustri come  Mozart, che vi tenne un concerto in giovanissima età, Giuseppe Verdi, Alessandro Manzoni, il maresciallo Radetzky, Guillame Apollinaire e più recentemente  Christian Barnard. Queste famose personalità, insieme ai proprietari succedutisi nel tempo, hanno caratterizzato la storia di questo palazzo, che ha visto svolgersi al suo interno dalla rappresentazione di eventi artistici, culturali, scientifici e musicali, allo svolgimento di riunioni carbonare sotto l’egida della famiglia Tinelli, fino ad eventi di grande mondanità quali i mitici balli organizzati dalla famiglia Visconti di Modrone, all’inizio del Novecento.

Durata visite: 20′ ca. Visite ogni 30′

Visitatori: 15 persone ogni gruppo

Nota: per gli abbonati Corriere della Sera, domenica 14, accesso prioritario per la visita delle h. 10.00

Sestiere: Porta Orientale
Via Cino del Duca, 8
Sabato 14.00 - 18.00
Domenica 10.00 - 14.00
M1 S. Babila
54, 61
Accesso libero