Mulino Vettabbia

Progetto ristrutturazione Gian Piero Siemek, Marta Espanet

L’edificio, datato 1848, era un mulino, non più utilizzato come tale nei primi anni del ‘900. Nella zona esistevano altri mulini che sfruttavano le acque della roggia Vettabbia. Intorno agli anni 20 del ‘900 era adibito ad abitazione (più o meno singoli locali) e ad attività artigianali. Con l’intervento di ristrutturazione sono state ricavate quattro unità abitative e uno studio professionale, mentre un’altra abitazione era già stata in precedenza recuperata. L’edificio dal lato nord è delimitato dalla molinara, ovvero il corso d’acqua che azionava la ruota del mulino. Verso sud ha un piccolo cortile. La ristrutturazione è stata attuata negli anni 80 del secolo scorso. I quattro appartamenti sono situati uno al piano terra e tre al piano primo. Questi ultimi sono caratterizzati da soppalchi che sfruttano il sottotetto.

La visita si articola: studio e appartamento al piano terra, appartamento al primo piano.

Sestiere: Porta Romana
Via Ripamonti 103
Domenica 15.00 - 18.30
24
Accesso libero