Grand Hotel et de Milan

Andrea Piazzala (1863)

In stile eclettico, con decorazioni rispecchianti gli stilemi neogotici, arricchito da stucchi ideati da Claudio Bernacchi e da mobili e lampadari creati da Giuseppe Spelluzzi, noto ebanista-bronzista del tempo. Dopo il 1879, l’architetto Giovanni Giachi ampliò il disegno del Pizzala aggiungendo un nuovo piano su tutti i fronti del fabbricato. Nel 1931 l’Hotel fu completamente rinnovato, subendo però, durante l’ultima guerra, gravissimi danni. L’albergo risorse, trasformato nelle strutture e negli impianti, su progetto dell’architetto Giovanni Muzio, esponente principale dello stile “Novecento”, con nuovi arredi curati dall’architetto Giuseppe Gatti Casazza. Dopo circa mezzo secolo dai avori, è stata necessaria un’imponente opera di restauro, ri-funzionalizzazione e adeguamento tecnologico e normativo, durata dal 1991 al 1993.

La visita si effettuerà nella hall dell’hotel e nella suite di Giuseppe Verdi.

Durata visita: 20′

Persone per turno: 10 massimo

 

 

Sestiere: Porta Nuova
Via Manzoni, 29
Sabato 10.00 - 13.00
Domenica 13.00 - 16.00
M3 Montenapoleone
1
61