Ex stabilimento Lagomarsino, Spazio36

(1907) Ristrutturazione 1980-81, studio Fiorese-Grosso

Dopo la dismissione dello stabilimento, negli anni Ottanta su impulso del Comune di Milano si procedette al recupero industriale dell’area, allo scopo di offrire nuovi spazi al settore secondario e terziario. Conservando gli edifici originali e la medesima struttura urbanistica, l’intervento progettato dall’architetto Giorgio Fiorese consentì di inserire nello stabilimento ventisette nuove unità produttive. L’area dello stabilimento, compreso tra viale Umbria, via Lattanzio, via Tito Livio e via Tertulliano, è ancora oggi ben riconoscibile, così come l’edificio nobile a due piani in cui trovavano posto gli uffici riservati all’amministrazione, situato all’incrocio con via Tertulliano. Lungo le vie che racchiudono il lotto sono ancora visibili le grandi aperture che consentivano l’afflusso di luce per i capannoni adibiti alle varie fasi della lavorazione. Malgrado diversi interventi di ristrutturazione, inglobando al suo interno nuove attività produttive e commerciali, l’ex Lagomarsino rappresenta oggi uno dei primi e più riusciti esempi milanesi di riutilizzo industriale.

Nell’ex stabilimento Lagomarsino, ha sede uno studio di produzione fotografica, Spazio 36.

Visite: dalle 11.00 ogni 30′. Durata visite: 20′

Persone per visita: 15

Sestiere: Porta Romana
V.le Umbria 36
Sabato 11.00 - 17.30
M3 Lodi
90,91,92
Accesso libero