Attico per musicista

Forestieri – Pace – Pezzani  (ristr. 2014)  

Una palazzina degli anni Trenta accoglie al suo ultimo piano un attico illuminato da grandi finestrature che svettano sugli edifici circostanti e aprono la vista verso il centro della città a ovest.

Un campo delimitato esclusivamente da spesse pareti perimetrali, che segue il corso del sole durante l’intera giornata: una casa meridiana. Le pareti pre-esistenti sono sostituite da un arredo fisso che definisce il perimetro su cui si addensano le funzioni pubbliche e cela al suo interno quelle più private. Su questa superficie apparentemente omogenea, l’apertura delle porte a raso e la rotazione di un grande bilico riarticolano gli spazi interni, le loro relazioni e la qualità della luce percepita all’interno degli ambienti.

Nella grande sala con “tappeti di parquet”, rivolta al sole di mezzogiorno e del tramonto, questa struttura in legno interagisce con una tenda mobile: un filtro moiré capace di rifrangere la luce, ridurre il riverbero, evocare un’altra stanza-fantasma. Due oggetti “alieni”, accostati alle pre-esistenze senza operazioni di mimesi e caratterizzati da una materialità minima, eppure differente, che si completano per sincronizzare i mutevoli usi degli spazi al passaggio del sole.

Durata visita: ’20. Visite ogni ’30

Persone per visita: 10

Sestiere: Porta Orientale
Piazza Gorini 14
Sabato 10.00 - 19.30
Domenica 10.00 - 19.30
M2 Piola
5
Accesso libero