Il programma ufficiale – Open House Milano 2017

Al via la seconda edizione milanese della più grande vetrina internazionale dell’architettura con oltre 80 siti architettonici in programma e visite guidate gratuite

Dopo il successo della prima edizione con oltre 14.000 visitatori, 75 siti architettonici aperti e 200 volontari, sabato 13 e domenica 14 maggio torna Open House Milano,  per scoprire l’architettura inedita di Milano e riappropriarsi della città

Un programma ricco di novità che aprirà le porte ad edifici usualmente non accessibili al pubblico per scoprire il patrimonio architettonico moderno e contemporaneo della città, osservare da vicino le trasformazioni in atto che stanno ridisegnando il suo skyline e promuovere la ricchezza artistica e culturale che caratterizza Milano dall’antichità in poi.

Il programma consente di tracciare itinerari d’eccezione tra contemporaneo e moderno in ciascuno dei sei sestieri in cui Milano era anticamente divisa- Sestiere di Porta Orientale, Romana, Ticinese, Vercellina, Nuova e Comasina – sulla base dei quali OHM ha delineato i vari percorsi di visita.

Più di 80 capolavori in tutto, ad accesso libero o su prenotazione, a partire dal 3 maggio, da visitare anche seguendo i percorsi tematici proposti per evidenziare l’evoluzione della città dal punto di vista sociale e culturale.

Diverse esclusive arricchiscono il programma di quest’anno come la sede del Corriere della Sera, lo studio Binocle all’interno del palazzo il Cremlino, il Collegio di Milano, la sede della Rai, Casa Rossi, Grattacielo Milano e tante altre opportunità da non perdere che permetteranno di scoprire una Milano ancora più affascinante.

Da non perdere, tra gli edifici di rilevanza storica, Palazzo Visconti, Palazzo Melzi D’Eril e il Rifugio Antiaereo di Piazza Grandi, lo Studio Museo Francesco Messina, Palazzo Archinto e Villa Schleibler etc. tra i siti di interesse culturale, la galleria Lia Rumma e la galleria Francesca Minini nel percorso legato all’arte contemporanea.

Merita un approfondimento, nell’ambito dell’architettura religiosa, il percorso dedicato alle realizzazioni moderne con le chiese di S. Giovanni Bono realizzata da Arrigo Arrighetti, S. Luca Evangelista di Giò Ponti, S. Nicolao della Flue di Ignazio Gardella e molte altre tra cui alcune trasformatesi in studi di artista e studi professionali.

Di rilevanza sociale, la Casa dell’accoglienza Jannacci e Casa del Sole al Parco Trotter.

Seguendo il percorso della riqualificazione urbana sarà invece possibile visitare, Base, esempio di riferimento per l’archeologia industriale, lo Spazio Undai-LUNA o i Frigoriferi milanesi e Open Care.

L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Milano ed è sostenuta da Fondazione Cariplo, Fondazione AEM e Attilio Todaro Studio Immobiliare.

Inoltre, grazie alla collaborazione con BikeMi e Clear Channel, gli utenti del servizio potranno muoversi liberamente per la città, agevolando gli spostamenti da un sito all’altro.

OHM è un evento parte del circuito internazionale Open House Worldwide, che coinvolge nel mondo più di 30 città tra cui Roma, la cui settima edizione si terrà 6 e 7 Maggio e che ha segnato un passaggio importante per la diffusione del format in Italia, con la nascita di Open House Roma. Da quest’anno anche Torino si aggiungerà al network internazionale con la sua prima edizione che si terrà il 10 e 11 giugno.

Non vi resta che consultare il programma ufficiale di Open House Milano 2017 cliccando qui